pratiche auto moto, bollo auto, bollo moto, immatricolazioni auto, immatricolazioni moto, certificati di proprietà, rinnovo patenti, duplicati certificati di proprietà

pratiche auto moto, bollo auto, bollo moto, immatricolazioni auto, immatricolazioni moto, certificati di proprietà, rinnovo patenti, duplicati certificati di proprietà
pratiche auto moto, bollo auto, bollo moto, immatricolazioni auto, immatricolazioni moto, certificati di proprietà, rinnovo patenti, duplicati certificati di proprietà
pratiche auto moto, bollo auto, bollo moto, immatricolazioni auto, immatricolazioni moto, certificati di proprietà, rinnovo patenti, duplicati certificati di proprietà




DIVIETI CIRCOLAZIONE CAMION 2010


Data: 02/01/2010


Divieti circolazione camion 2010 Scritto dalla redazione [redazione] 23 dicembre 2009 @ 19:02:58 CET Il ministero dei Trasporti ha emanato il decreto con il calendario dei giorni vietati alla circolazione dei veicoli con massa oltre 7,5 tonnellate. Alcune novità. È uscito oggi il decreto del ministero dei Trasporti che riporta il calendario e le modalità dei divieti di circolazione dei veicoli pesanti nel 2010. Come per gli anni precedenti, i divieti riguardano i veicoli con massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate. Il testo comprende alcune novità. Nel periodo estivo caratterizzato dall\'esodo, il divieto del sabato è stato accorciato di un\'ora: dalle ore 24 alle ore 23. Il decreto porta anche alcune deroghe per i trasporti combinati strada-rotaia e strada mare. Per beneficiarne, i trasporti devono però rispettare i requisiti del Decreto Ministeriale del 15 febbraio 2001 previsti per il trasporto combinato. Il testo del 2010 conferma anche alcune esclusioni introdotte nel 2009, tra cui quelle per i veicoli che viaggiano sulla viabilità ordinaria e stanno rientrando in sede (purché non siano oltre i 50 km) e per i veicoli prenotati per la revisione nel giorno di sabato. Ecco gli orari in cui sarà vietata la circolazione dei veicoli industriali sopra le 7,5 tonnellate nel 2020: Tutte le domeniche dei mesi di gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio, ottobre, novembre e dicembre, dalle ore 08,00 alle ore 22,00 Tutte le domeniche dei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre, dalle ore 07,00 alle ore 24,00 Dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 1° gennaio Dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 6 gennaio Dalle ore 16,00 alle ore 22,00 del 2 aprile Dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 3 aprile Dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 5 aprile Dalle ore 08,00 alle ore 14,00 del 6 aprile Dalle ore 16,00 alle ore 22,00 del 30 aprile Dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 1 maggio Dalle ore 16,00 alle ore 22,00 del 29 maggio Dalle ore 07,00 alle ore 24,00 del 2 giugno Dalle ore 14,00 alle ore 24,00 del 26 giugno Dalle ore 07,00 alle ore 24,00 del 3 luglio Dalle ore 07,00 alle ore 23,00 del 10 luglio Dalle ore 07,00 alle ore 23,00 del 17 luglio Dalle ore 07,00 alle ore 23,00 del 24 luglio Dalle ore 16,00 alle ore 24,00 del 30 luglio Dalle ore 07,00 alle ore 23,00 del 31 luglio Dalle ore 16,00 alle ore 24,00 del 6 agosto Dalle ore 07,00 alle ore 23,00 del 7 agosto Dalle ore 16,00 alle ore 24,00 del 13 agosto Dalle ore 07,00 alle ore 23,00 del 14 agosto Dalle ore 07,00 alle ore 23,00 del 21 agosto Dalle ore 07,00 alle ore 23,00 del 28 agosto Dalle ore 14,00 alle ore 22,00 del 30 ottobre Dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 1° novembre Dalle ore 16,00 alle ore 22,00 del 4 dicembre Dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 8 dicembre Dalle ore 16,00 alle ore 22,00 del 23 dicembre Dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 24 dicembre Dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 25 dicembre Esclusioni - Il decreto prevede alcune esclusioni all\'applicazione dei divieti di circolazione per le seguenti categorie di veicoli: Adibiti a pubblico servizio per interventi urgenti e di emergenza, o che trasportano materiali ed attrezzi a tal fine occorrenti (Vigili del fuoco, Protezione civile, etc.) Militari o con targa CRI (Croce Rossa Italiana), per comprovate necessità di servizio, e delle forze di polizia Utilizzati dagli enti proprietari o concessionari di strade per motivi urgenti di servizio Delle amministrazioni comunali contrassegnati con la dicitura \"Servizio Nettezza Urbana\" nonché quelli che, per conto delle amministrazioni comunali, effettuano il servizio \"smaltimento rifiuti\", purché muniti di apposita documentazione rilasciata dall\'amministrazione comunale Appartenenti al Ministero delle Comunicazioni o alle Poste Italiane S.p.a., purché contrassegnati con l\'emblema \"PT\" o con l\'emblema \"Poste Italiane\", nonché quelli di supporto, purché muniti di apposita documentazione rilasciata dall\'Amministrazione delle poste e telecomunicazioni, anche estera, nonché quelli adibiti ai servizi postali, ai sensi del decreto legislativo 22 luglio 1999, n. 261, in virtù di licenze e autorizzazioni rilasciate dal Ministero delle Comunicazioni Del servizio radiotelevisivo, esclusivamente per urgenti e comprovate ragioni di servizio Adibiti al trasporto di carburanti o combustibili, liquidi o gassosi, destinati alla distribuzione e consumo Adibiti al trasporto esclusivamente di animali destinati a gareggiare in manifestazioni agonistiche autorizzate, da effettuarsi od effettuate nelle quarantotto ore Adibiti esclusivamente al servizio di ristoro a bordo degli aeromobili o che trasportano motori e parti di ricambio di aeromobili Adibiti al trasporto di forniture di viveri o di altri servizi indispensabili destinati alla marina mercantile, purché muniti di idonea documentazione Adibiti esclusivamente al trasporto di: giornali, quotidiani e periodici. prodotti per uso medico. latte, escluso quello a lunga conservazione, o di liquidi alimentari, purché, in quest\'ultimo caso, gli stessi trasportino latte o siano diretti al caricamento dello stesso Classificati macchine agricole ai sensi dell\'art. 57 del Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e successive modificazioni, adibite al trasporto di cose, che circolano su strade non comprese nella rete stradale d\'interesse nazionale di cui al decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 461 Costituiti da autocisterne adibite al trasporto di acqua per uso domestico Adibiti allo spurgo di pozzi neri o condotti fognari Per il trasporto di derrate alimentari deperibili in regime ATP Per il trasporto di prodotti deperibili, quali frutta e ortaggi freschi, carni e pesci freschi, fiori recisi, animali vivi destinati alla macellazione o provenienti dall\'estero, nonché i sottoprodotti derivati dalla macellazione degli stessi, pulcini destinati all\'allevamento, latticini freschi, derivati del latte freschi e semi vitali I veicoli prenotati per ottemperare all\'obbligo di revisione, limitatamente alle giornate di sabato, purché il veicolo sia munito del foglio di prenotazione e solo per il percorso più breve tra la sede dell\'impresa intestataria del veicolo e il luogo di svolgimento delle operazioni di revisione, escludendo dal percorso tratti autostradali I veicoli che compiono percorso per il rientro alla sede dell\'impresa intestataria degli stessi, purché tali veicoli non si trovino ad una distanza superiore a 50 km dalla sede a decorrere dall\'orario di inizio del divieto e non percorrano tratti autostradali I trattori isolati per il solo percorso per il rientro presso la sede dell\'impresa intestataria del veicolo, limitatamente ai trattori impiegati per il trasporto combinato di cui all\'art. 2, comma 3, ultimo periodo. Esclusioni con autorizzazione - Altre categorie di veicoli sono escluse dall\'applicazione dei divieti, purché abbiano una specifica autorizzazione del Prefetto della provincia di partenza. La validità dell\'autorizzazione non può superare i sei mesi. Di questa categoria fanno parte i veicoli che trasportano prodotti deperibili o stagionali non compresi nell\'elenco precedente, le macchine agricole e tutti i veicoli che dimostrano \"assoluta e comprovata necessità\", anche legata a processi industriali. Le autorizzazioni prefettizie non sono ammesse per le merci pericolose di Classe 1 ADR (esclusi i fuochi artificiali e di trasporti per opere d\'interesse nazionale). Estensioni - Il decreto prevede alcune estensioni dell\'orario in cui i veicoli possono circolare, anche quando sono in vigore i divieti. L\'articolo 2 del decreto prevede eccezioni anche per i veicoli industriali adibiti al trasporto intermodale, che sono diretti ad interporti, terminal ed aeroporti.